La vita è frenetica per tutti ma fermarsi un attimo a pensare quali piccoli e semplici cambiamenti apportare al nostro attuale stile di vita può fare molta differenza per la nostra salute fisica, mentale e spirituale futura.

So che sei totalmente sopraffatto da tutte le informazioni nutrizionali che trovi in giro e scommetto che ti piacerebbe trovare un modo semplice per mangiare sano mentre ottieni i risultati di salute che desideri. 

Avere un’alimentazione sana è più facile di quanto pensi. Per questo, ho pensato di semplificare tutto in alcuni passaggi che puoi fare già da oggi e che varranno il tempo che impiegherai per attuarli: 

1. Scegli di nutrirti bevendo

Quando si tratta di nutrire il nostro corpo pensiamo sempre al cibo, in realtà fondamentale è anche la giusta idratazione. E’ importante scegliere liquidi che siano utili al nostro corpo e assicurarci di bere tutti i giorni la quantità di acqua di cui il nostro corpo necessita.

Per incrementare l’introito di acqua può essere sfizioso e goloso aggiungere frullati biologici e succhi con il 100% di frutta e verdura alla routine quotidiana. In genere aggiungere ad un frullato anche delle verdure è un modo eccellente per introdurre quelle verdure difficili da gustare nella nostra alimentazione.

 Un tipico frullato per me consiste in una banana, 1 manciata di verdure ricche come spinaci, 1 cucchiaino di semi di Chia, frutti rossi e  acqua o altro liquido come il latte di mandorle o di cocco (senza zuccheri aggiunti) .

Amo anche bere le acque infuse.  Quando si beve un’acqua infusa è sufficiente aggiungere la frutta all’acqua pura e lasciarla in frigorifero per un paio d’ore fino a quando i nutrienti vengono rilasciati nel liquido e sono pronti per essere gustati.

Photo by Fernando Andrade on Unsplash

Non dimentichiamo le tisane. Nel mercato c’è ormai un’ampia offerta di tisane per tutti i gusti e le esigenze specifiche. Ne ho trovate alcune gustose a base di frutta secca da bere calde come coccola invernale e altre da bere fredde anche nella stagione estiva.

Aggiungere frutta, infusi o semplicemente succo di limone all’acqua permette di avere qualcosa di più sfizioso da bere tra un pasto e l’altro e di raggiungere la nostra quota di acqua giornaliera.

2. Nutri il corpo aumentando l’apporto di nutrienti

È ora che iniziamo a chiederci, ogni volta che mangiamo, se ciò che stiamo per consumare nutrirà il nostro corpo oppure no. Per scegliere gli alimenti che nutrono e sostengono il nostro corpo nelle sue varie attività fisiche e mentali, dobbiamo semplicemente scegliere gli alimenti nella loro forma più naturale (quello che chiamo il cibo vero).

Photo by Nikhita Singhal on Unsplash

I cibi che più nutrono il nostro corpo sono quelli che madre natura ci fornisce quindi non confezionati, non fritti (la frittura altera il valore nutritivo), cibi con etichette di cui sappiamo riconoscere ogni singolo ingrediente, cibi senza conservanti chimici e anche cibi privi di pesticidi, erbicidi, ormoni e antibiotici. 

I nutrienti che alimentano il nostro corpo includono 3 macronutrienti: carboidrati, proteine e grassi; e anche micronutrienti come le vitamine e i minerali. Questi nutrienti sono essenziali e determinano i livelli di energia, l’appetito, la forza, la resistenza e l’umore. Quando non li assumiamo in modo e quantità corrette intacchiamo l’equilibrio del nostro organismo e questo lo notiamo  perchè iniziamo a non “sentirci bene”. Ogni volta che non siamo al 100% delle nostre energie chiediamoci se abbiamo eliminato o diminuito l’assunzione di un particolare alimento perché  le carenze nutrizionali, che non permettono al corpo di funzionare in maniera ottimale, si manifestano con sensazioni di uno stato di non benessere che va dalla stanchezza a problemi medici come le malattie croniche.

Le carenze più comuni riguardano l’acqua, vitamine e minerali (vitamina E, D, complesso B, calcio, magnesio, zinco), Acidi grassi essenziali (omega 3) e fibra. Anche senza riferirci a stati clinici di carenze, esse sono molto comuni perché è davvero difficile soddisfare tutti i fabbisogni di vitamine e minerali dal solo cibo, se la dieta è di bassa qualità.

Se le carenze nutrizionali sono così comuni, la soluzione più semplice è aumentare la loro assunzione mangiando cibi di alta qualità o, per carenze maggiori, assumere un integratore.

3. Mangia cibo di alta qualità nella giusta quantità

Per iniziare un’alimentazione sana, hai bisogno di scegliere cibo di alta qualità fresco e poco lavorato (vedi sopra). 

Inizia a mangiare una varietà di:

  • Carboidrati (cereali integrali, amidi e frutta)
  • Verdure (crude o cotte)
  • Proteine magre (tagli magri di carne, pesce, uova, fagioli, prodotti a base di soia)
  • Grassi sani (oli poco lavorati, burri di frutta secca, frutta secca e semi, avocado)

Consiglio, alla prossima spesa fai una lista che includa tutti questi alimenti!

Una volta acquistati i cibi, dovrai scegliere la porzione da assumere  in modo da mangiare a sufficienza ma non troppo. 

Ecco la parte migliore: non ti dirò di contare le calorie o calcolare quanti grammi di cibo mangerai! Esiste un metodo molto più semplice che ti permette di avere una quantità approssimative di ciascun alimento adatta alle esigenze del tuo corpo.

Il metodo è quello a volumi con l’utilizzo della tua mano o di alcuni utensili creato dalla “Find Your Balance – Get portion wise”.

Ecco qualche indicazione:

  • 2 manciate di formati di pasta secca o riso (75g)
  • Un mucchio di spaghetti misurati usando il dito e il pollice (75 g)
  • la quantità di pasta o riso cotta che starebbe in due mani a coppa (180 g)
  • Una patata al forno delle dimensioni di un pugno (220 g)
  • Circa 3 manciate di cereali per la colazione (40 g)
  • Un pezzo di pollo alla griglia grande circa la metà della tua mano (120 g)
  • Un pezzo di formaggio semistagionato delle dimensioni di due pollici (30 g)
  • 1 cucchiaio circa di burro di arachidi (20 g)
  • Circa 3 cucchiaini di formaggio a pasta molle (30g)

Il metodo è personalizzato, facile, ed è un buon inizio anche per capire quali erano gli “errori” nelle quantità (a volte non ci si rende conto di mangiare alcuni alimenti in quantitativi superiori alle nostre esigenze). Inoltre, può aiutare a non essere ossessionati sul calcolo della quantità di calorie.

4. Ridi e rilassati

Rilassarsi e permettere al corpo di dormire e rigenerarsi è importante quasi al pari dell’alimentazione. Un corpo non riposato, anche se alimentato in modo corretto,  è come un’automobile con la giusta qualità e quantità di carburante ma con il motore in avaria.  Il nostro corpo ha bisogno di dormire per almeno 7-8 ore e ha bisogno di tempo per rilassarsi e lasciar andare tutto ciò che limita la nostra mente, lasciare che le energie si “calmino” e ritornino durante il giorno successivo.

Photo by Nick Fewings on Unsplash

Rigenerare le energie, biologicamente, vuol dire dare all’organismo l’opportunità di metabolizzare nel miglior modo possibile i nutrienti che gli forniamo durante il giorno con ciò che mangiamo. Oltre al sonno, per rigenerare le energie durante la giornata è utile anche semplicemente rilassarsi.

Dunque, pensa a cosa rilassa il tuo corpo e come puoi includere queste tecniche di rilassamento nella tua routine quotidiana:

-risate

-meditazione

-tecniche di respirazione

-una semplice routine di bellezza

-………

A volte, per rilassarsi e rendere meno frenetica la vita basta circondarsi di persone che sollevano il nostro spirito mentre mangiamo cibo di qualità!!

Conclusioni ma non troppo…

Per molti, semplicemente migliorare la qualità del cibo che stanno mangiando ed essere più consapevoli delle dimensioni delle porzioni è tutto ciò di cui hanno bisogno per creare una sana alimentazione che dia risultati! 

Ti auguro di Nutriti di Salute

PS: Se stai cercando di apportare cambiamenti positivi nella tua vita per recuperare la tua salute, mi piacerebbe che ti unissi a me su Instagram, Facebook o Pinterest. Condivido molto della mia prospettiva di vita sana quindi assicurati di dare un’occhiata!