Questo post nasce da una riflessione …. mentre ero in una sala di attesa, presa in una di quelle conversazioni che si fanno per far passare il tempo, mi sento chiedere: anche tu fai la dieta?  Per un istante ho pensato che la persona con cui stavo intrattenendo la conversazione mi stesse chiedendo se io come nutrizionista elaborassi delle diete, invece la domanda era riferita a me come persona. D’istinto ho risposto: “NO”, ma pensandoci avrei dovuto rispondere: “Dipende da cosa intende col termine dieta”.

Dieta vs Diaita

Dieta deriva dalla parola greca Diaita (δίαιτα) che per gli antichi significava corretto stile di vita dove l’attenzione verso un giusto nutrimento, un adeguato movimento assieme alla capacità di vivere in tranquillità indicava loro la strada per la salute. Salute intesa come percezione di benessere e non solo come assenza di malattia (OMS).

Tuttavia, seguire una dieta (quella di moda e propinata da guru della nutrizione ma  senza alcuna evidenza scientifica) spesso non equivale a fare un vero e duraturo cambiamento del proprio stile di vita.

Anzi, al contrario la moda del momento è associare il numero di chili da perdere al numero dei giorni che servono per perderli (del tipo “ 5 chili in 5 giorni”), come se il nostro organismo fosse una macchina che funziona secondo calcoli matematici non ben definiti, come se tutti fossimo uguali e a quel regime dietetico reagissimo allo stesso modo, come se la nostra salute passasse solo dal numero della bilancia e la quantità o qualità del cibo che ingeriamo fosse insignificante.  

A peggiorare le cose, queste “diete” vengono associate alla parola lifestyle ossia stile di vita. Inoltre, hai notato che in questo periodo, con l’arrivo della bella stagione,  il “cambiamento dello stile di vita”  è una frase che risuona spesso? Lo vedi e senti in ogni mezzo di comunicazione. Utilizzare questa frase è un’ottima tattica di marketing!

Cosa distingue seguire un percorso di cambiamento dello stile di vita e seguire una dieta?

Di solito, le diete sono considerate qualcosa a breve termine, il cui scopo è immediato e per raggiungerlo si deve perseverare, resistere finché non è finalmente finita e si può tornare alla vita normale. Tutto ciò  fa sembrare la dieta una punizione, qualcosa di scomodo e poco piacevole.

Prova a pensarci la maggior parte delle diete “alla moda” hanno sempre le stesse caratteristiche:

  • Il peso viene generalmente perso rapidamente in un determinato periodo di tempo
  • Gli alimenti sono classificati come “buoni” o “cattivi”
  • Il consumo di calorie è notevolmente limitato
  • Il progresso dipende da un numero sulla scala

 E, infine,  il risultato finale può non essere mai raggiunto o “perso” dopo il periodo di tempo prescritto dalla dieta.

La brutta notizia è che la ricerca ha dimostrato che  due terzi delle persone che perdono peso velocemente guadagnano ancora di più entro quattro o cinque anni dalla fine di una dieta restrittiva. 

La buona notizia è che tu puoi non far parte di questa statistica. Puoi essere parte delle persone che mantiene il risultato ottenuto per tutta la vita. E tutto sta nel modo in cui vedi il tuo viaggio verso quel risultato perché ciò che fa la differenza è se stai cercando di cambiare il tuo stile di vita o se sei solo a dieta. 

Ciò che fa la vera differenza è il cambiamento di mentalità (mindset shift)!!

Quando decidi di cambiare il tuo stile di vita, non penserai costantemente di tornare indietro o di trovare scorciatoie al percorso, piuttosto ci starai dentro perchè il vero risultato è che inizi veramente ad adattare la tua vita e i tuoi comportamenti al tuo nuovo stile di vita e la tua vita quotidiana può diventare piacevole e confortevole.

Tutto ciò, perché il cambiamento dello stile di vita:

  • è permanente e non temporaneo. Se segui un preciso piano dietetico, ti fermi per un mese, torni alle vecchie abitudini e poi riprendi, non stai realmente apportando cambiamenti al tuo stile di vita.
  • riguarda il tuo equilibrio. L’equilibrio è la chiave per far funzionare i cambiamenti a lungo termine. Senza equilibrio ti sentirti frustrato, sconfitto, o addirittura sopraffatto dal bisogno di essere perfetto e di seguire quel piano in modo prescrittivo. La flessibilità fa parte del percorso anche senza perdere la concentrazione.
  • diventa una parte naturale della tua routine. All’inizio richiede un po’ di attenzione perchè apporterà dei cambiamenti alle quotidiane abitudini disfunzionali che hai.  Eppure alla fine le nuove azioni che stai intraprendendo (come i cambiamenti nella dieta e l’esercizio fisico) si trasformano in un’abitudine.
  • è flessibile. Dura per tutta la vita per cui potrebbe essere necessario cambiare le tue strategie di tanto in tanto se ti accorgi che il tuo percorso attuale non funziona bene per te

Ma come si fa a cambiare mindset?

Nel percorso verso il tuo nuovo stile di vita dovrai avere, in modo naturale, alcuni atteggiamenti mentali che cambieranno il tuo modo di agire e vedere l’importanza del tuo benessere psico-fisico. 

Ecco alcuni esempi:

  • Mangio cibi sani, nutrienti per nutrire il mio corpo
  • Pratico la moderazione e non la restrizione
  • Mi impegno a fare attività fisica (o movimento) regolarmente
  • Imparo dal mio corpo per carpire il senso di fame e sazietà 
  • Perdo peso a un ritmo sano e sicuro 
  • Non misurare i progressi sulla bilancia ma ascoltando il mio corpo.

Quindi, se sei in viaggio per migliorare il tuo stato di benessere psico-fisico,  prova a concentrarti sulla lunga strada da percorrere. Potresti essere tentato di perseguire scorciatoie  ma devi sapere che ciò è dannoso per il tuo corpo e probabilmente non porterà al risultato desiderato.

Ricorda che questo viaggio dura per tutta la vita e non importa dove ti trovi in questo momento,, dovrai lavorare sodo e rimanere consapevole sulla tua salute e sul tuo benessere generale. 

Sei pronto per questo viaggio? seguimi. Non te ne pentirai!!

PS. La prossima volta che qualcuno mi chiederà: “sei a dieta?” risponderò “dipende!”.