Le strategie detox si basano su sintomi come stanchezza fisica e mentale, mal di testa frequenti e disordine intestinali. Questi sintomi abbassano la nostra energia e di conseguenza la nostra voglia di affrontare la quotidianità.

Spesso la causa è un eccesso di tossine nell’organismo come conseguenza di un periodo poco salutare. L’eccesso di cibo carica il fegato e gli impedisce di svolgere la sua funzione di detossificazione dell’organismo.

Per migliorare la funzionalità epatica la soluzione più semplice è modificare l’alimentazione semplicemente seguendo sane abitudini alimentari.

Ci sono varie strategie detox, più o meno basate su evidenze scientifiche, che ci vengono proposte da media e social. Vediamo le più frequenti e cerchiamo di capire miti e realtà che sono alla base.

Quali sono le strategie detox più comuni?

Photo by Dominik Martin on Unsplash

Il problema dell’accumulo di tossine nell’organismo ha spinto a sponsorizzare le diete “detox” che sembra aiutino a curare infiammazioni, allergie, gonfiore e stanchezza cronica.

La maggior parte delle diete prevedono alcune strategie detox:

  • Digiunare per 1-3 giorni
  • Bere succhi di frutta e verdura fresca, frullati, acqua e tè
  • Eliminare cibi ricchi di metalli pesanti, contaminanti e allergeni
  • Assumere integratori o erbe
  • Evitare tutti i cibi allergenici, per poi reintrodurli lentamente
  • Usare lassativi per la pulizia del colon o clisteri
  • Eliminare completamente alcol, caffè, sigarette e zucchero raffinato

Tali diete “detox” variano di durata e propongono di purificare l’organismo rimuovendo tossine. Purtroppo, ci sono poche o nessuna prova che le diete disintossicanti funzionino davvero.

Quanto sono efficaci queste strategie detox?

Alcune persone riferiscono di sentirsi più concentrate ed energiche durante e dopo le diete detox. Questo benessere può essere dovuto all’eliminazione di alimenti malsani dalla dieta e all’assunzione di vitamine e minerali.

L’effetto immediato è la perdita di peso dovuto più al regine ipocalorico che non alla strategia detox in sè. Purtroppo, il peso viene solitamente recuperato rapidamente una volta terminata la “detossificazione”.

Se una strategia detox permette la perdita di peso in breve tempo non è detto che abbia un effetto detossificante.

Inoltre, le strategie detox possono essere un’esperienza stressante, poiché comportano privazione e restrizione. Lo stress non è un buon indicatore di benessere se l’obiettivo iniziale di un programma di disintossicazione è sentirci meglio!

Quali effetti possono avere le strategie detox sul fegato?

Quando parliamo di disintossicazione alimentare associamo questa strategia alla “disintossicazione del fegato” allo scopo di migliorarne la funzione epatica.

Ci si dovrebbe concentrare su una dieta sana ricca di frutta e verdura, legumi, tutta secca e cereali esenza alcol e bevande zuccherate. Questo è ciò che ci consentirà di sostenere i percorsi naturali di detossificazione naturalmente presenti nel corpo.

I percorsi detox del corpo da sostenere

L’organismo ha percorsi di detossificazione che coinvolgono diversi organi. Tutti questi organi sono collegati e si supportano a vicenda per garantire che il corpo si disintossichi in modo efficiente. Questo è il motivo per cui è importante lavorare su tutti i percorsi di disintossicazione e non solo sul fegato.

Le vie di disintossicazione comprendono fegato, colon, milza, polmoni, reni e pelle (linfa).

Ecco cosa fanno per noi ogni giorno:

Il fegato elimina tossine come sostanze chimiche nocive, metalli pesanti, alcool e droghe. Inoltre, produce la bile che elimina le tossine liposolubili (ormoni e metalli pesanti).

Il colon disintossica il corpo eliminando i rifiuti tossici sottoforma di feci

La milza fa parte del sistema linfatico che trasporta i rifiuti dai tessuti al sangue. 

I polmoni rimuovono le tossine presenti nell’aria come anidride carbonica, fumi e muffe.

I reni hanno il compito di filtrare il sangue da farmaci e sostanze chimiche che espellono sotto forma di urina.

La pelle evacua le tossine attraverso il sudore e le ghiandole sudoripare.

Questo sistema è efficiente e solo sane abitudini alimentari possono aiutarlo senza la necessità di adottare strategie detox.

Consigli per sostenere il sistema di detossificazione del corpo 

Photo by Anna Pelzer on Unsplash

Il termine disintossicazione può essere attribuito a modifiche dello stile di vita che supportano il fegato e sostengono il corpo:

1. Scegliere più spesso alimenti organici senza pesticidi presenti nella frutta e nella verdura, senza ormoni e antibiotici presenti nella carne.

2. Mangiare verdure che naturalmente aiutano con la disintossicazione del fegato, come le crucifere che includono broccoli, cavoli e cavolfiori. Le crucifere contengono sulforafano che aumenta la produzione di glutatione. Quest’ultimo è il principale enzima disintossicante del corpo in grado di protegge le cellule eliminando i radicali liberi in eccesso. Inoltre, puoi aumentare la produzione di glutatione aggiungendo ai pasti quotidiani cipolle, aglio, porri.

3. Bere più tè verde perchè induce la produzione di glutatione e aiuta gli enzimi epatici coinvolti nella disintossicazione.

4. Ridurre l’alcol per liberare il fegato da un carico di lavoro importante che ne limiterebbe l’eliminazione di altre tossine.

Come avere un regime “detox” tutti i giorni e non solo post-vacanza

Un alimentazione detox dovrebbe prevedere nutrienti che sostengano il fegato, migliorino la circolazione del sangue e l’eliminazione dell’acqua in eccesso. Vi sono alimenti che ne contengono una maggiore quantità che sono da aggiungere al nostro piano alimentare:

  • La mela contiene la vitamina C disintossicante e il Piruvato che favorisce l’eliminazione dei grassi in eccesso.
  • Il carciofo contiene la cinarina in grado di depurare il fegato e di ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi.
  • Il Limone che contiene vitamina C e antocianosidi, antiossidanti che proteggono le cellule del fegato.
  • Tra le spezie, la curcuma e il curry che favoriscono la produzione della bile facilitando lo smaltimento dei grassi.
  • Il cardo mariano, il tarassaco e il rosmarino aumentano l’escrezione della bile che elimina le tossine liposolubili.
  • Inoltre in queste giornate è indispensabile bere molta acqua 

Da non dimenticare, che alla corretta alimentazione è importante affiancare anche un’adeguata attività fisica. Lo scopo è quello di migliorare la circolazione e aumentare la quantità di sangue che passa per il fegato.

Pensieri finali

Riassumendo, i benefici delle strategie detox probabilmente non dipendono dalla detossificazione ma piuttosto dalll’eliminazione di vari cibi malsani . Dunque, Un approccio molto più intelligente è quello di mangiare in modo più sano e migliorare lo stile di vita.

Semplificare il cibo ti semplifica la vita!

Il cibo sano e vero è in grado di mantenere in salute il nostro corpo e ci permette di avere:

  • più energia e meno “brain fog”
  • una migliore qualità del sonno
  • una digestione più facile
  • meno voglie fuori pasto
  • un umore positivo
  • più vitalità nella vita quotidiana.

E, nel corso del tempo, il risultato è sempre più grande.

P.S. Hai mai utilizzato strategie detox? se si parlamene nei commenti

Ti auguro di Nutrirti di Salute